Fandom

Web2 italian language learning Wiki

Rende

46pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Rende


Rende è la città dalla doppia anima: nel suo borgo seicentesco domina il monumentale Castello Normanno, sede del Municipio. I ripidi pendii che caratterizzano il colle dove fu eretto il “Gigante di Pietra”, voluto da Boemondo d’Altavilla, garantivano una postazione estremamente facile da difendere; tanto che si ritenne superflua la realizzazione di un fossato e del ponte levatoio. Le tre torri rappresentano lo stemma del comune, probabilmente la loro prima comparsa come gonfalone avvenne nel 1222 per l’inaugurazione del Duomo di Cosenza alla presenza di Federico. Oggi nell’atrio del castello è possibile ancora ammirare due stemmi araldici appartenenti alle famiglie proprietarie della fortezza: i Magdalone e gli Alarçon de Mendoza. In alto è visibile lo stemma comunale, con la sua inscrizione: “Urbs celebris, quondam sedes regalis, Arintha” - Celebre città, antica sede reale, Arintha. La città conserva arte e cultura, ma ha visto un grande sviluppo urbanistico e un fermento culturale anche grazie all’Università della Calabria tra le più frequentate della penisola. Ricca di chiese e basiliche, tra le più belle ricordiamo la chiesa di Santa Maria Maggiore costruita nel XII secolo e il santuario di Maria Santissima di Costantinopoli, anima del centro storico. Di recente costruzione è la chiesa di San Carlo Borromeo, la sua imponente e moderna struttura ben si sposta con lo stile della zona nuova. Rende è sede di numerosi musei che ospitano mostre, spettacoli, convegni. Tra questi il Museo del Folklore, realizzato con la consulenza del celebre antropologo Raffaele Lombardi Satriani.


Il Museo Civico di Rende


Tra il 1980-85 nasce a Rende nel palazzo Zagarese il Muso Civico, composto da due, sezioni quella folkorica e la pinacoteca. La sezione folkorica, dedicata all’illustre antropologo calabrese Raffaele Lombardi Satriani, documenta con una collezione di circa 3000 oggetti la cultura della Calabria Citeriore che corrisponde all’incirca alla provincia di Cosenza. La sezione pinacoteca è dedicata invece al pittore rendese Achille Capizzano con opere dello stesso, di Mattia Preti e di altri artisti italiani. Il museo si sviluppa su nove sale, ma è in fase di riallestimento: concetto di folklore (sintesi storica); le minoranze etniche: gli Italo-Albanesi e gli Zingari; l’architettura popolare: la casa; gli

interni: sistemi d'illuminazione e fonti di calore; approvvigionamento idrico; gli interni: la cucina e l'alimentazione; l'abbigliamento: i costumi popolari; le attività domestiche: filatura, tessitura, ricamo; le attività produttive: l'agricoltura e la pastorizia; l'artigianato: l'oreficeria; vita religiosa, vita sociale; gli strumenti di musica popolare; l'emigrazione: i Calabresi in Canada.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale